Premi “Invio” per andare al contenuto

Mesotelioma maligno in Emilia Romagna dal 1996 al 2020: dati COR-ReNaM

È stato pubblicato il rapporto Il MESOTELIOMA MALIGNO IN EMILIA-ROMAGNA: incidenza ed esposizione ad amianto aggiornata al 31 dicembre 2020 a cura di A. Romanelli, C. Storchi, L. Mangone con i dati del Registro Mesoteliomi Regione Emilia-Romagna c/o Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia.

A darne per prima notizia è stata l’AFeVA, l’Associazione Familiari e Vittime Amianto Emilia Romagna.

I dati sono quelli del ReM (Registro Mesoteliomi), il registro tumori specializzato nello studio dell’incidenza e dell’eziologia del mesotelioma maligno.

Dal registro,  che ha sede presso l’AUSL IRCCS di Reggio Emilia, è derivata un’analisi delle rilevazioni dal 1996, anno di inizio delle attività, a tutto il 2020.

L’analisi dei dati si è avvalsa dei questionari ReNaM (Registro Nazionale dei Mesoteliomi), sottoposti ai pazienti o ai loro familiari, con l’obiettivo di ricostruire le possibili esposizioni lavorative ed extra-professionali. È stata condotta su 3.013 casi di mesotelioma maligno in cittadini effettivamente residenti in Emilia-Romagna alla data della diagnosi.

All’interno di questa coorte sono l’85,2% (2566) i casi di mesotelioma ritenuti certi, mentre gli altri sono classificati come probabili o possibili.

Tipo di mesotelioma per sede nei casi rilevati in Emilia Romagna fra il 1996 ed il 2020

Usa il pulsante in alto a destra per copiare il codice di embed e utilizza liberamente il grafico sul tuo sito web! Infografica a cura di Risarcimento Malattie Professionali. Fonte dei dati: Registro Mesoteliomi Regione Emilia-Romagna c/o Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, rilevazione 1996-2020.

La sede colpita prevalentemente nei casi di mesotelioma in Emilia Romagna nei dati 1996-2020 è quella pleurica (91,7%); seguono i casi a carico del peritoneo (7,4%), e quelli a sede pericardica e testicolare (0,9%).

Tassi di incidenza di casi di mesotelioma in Emilia Romagna fra il 2014 ed il 2018

Usa il pulsante in alto a destra per copiare il codice di embed e utilizza liberamente il grafico sul tuo sito web! Infografica a cura di Risarcimento Malattie Professionali. Fonte dei dati: Registro Mesoteliomi Regione Emilia-Romagna c/o Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, rilevazione 2014-2018.

Il tasso di incidenza regionale per 100.000 abitanti (TIS) è stato calcolato relativamente alla popolazione italiana 2000 per gli anni 2014-2018.

L’incidenza più alta è stata registrata a Reggio Emilia: 5,7 per gli uomini e 2,3 per le donne.

Superiori alla media regionale sono risultati anche i TIS a Parma e Piacenza, sia per gli uomini che per le donne; per le sole donne a Ferrara e per i soli uomini a Ravenna.

La provincia di Rimini ha il tasso più basso per gli uomini (2,7). La provincia di Forlì-Cesena registra il tasso più basso per le donne (0,4).

Nota bene: la popolazione riportata nel grafico è quella ISTAT 2019.

Mesotelioma professionale e non professionale in Emilia Romagna dal 1996 al 2020

Usa il pulsante in alto a destra per copiare il codice di embed e utilizza liberamente il grafico sul tuo sito web! Infografica a cura di Risarcimento Malattie Professionali. Fonte dei dati: Registro Mesoteliomi Regione Emilia-Romagna c/o Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, rilevazione 1996-2020.

Informazioni standardizzate sulla pregressa esposizione ad amianto sono state raccolte per 2.605 casi. In 1.081 casi è stato il soggetto interessato a rilasciare l’intervista CoR-ReNaM (41,5%).

L’esposizione è risultata come

  • Professionale: 1.832 casi (1.251 certa, 322 probabile e 259 possibile)
  • Non professionale: 249 casi (155 familiare, 59 ambientale e 35 legata ad attività extra lavorative)
  • Improbabile-ignota: 524 casi

Dei 249 soggetti con esposizione non professionale 185 sono le donne, 64 gli uomini.

Per le donne:

  • esposizione familiare: 140 casi, poiché congiunte di persone esposte sul lavoro;
  • ambientale: 30 casi, per avere abitato in vicinanza di aziende che utilizzavano di amianto
  • esposizione extra lavorativa: 15 casi.

Per gli uomini:

  • ambientale: 29 casi, per avere abitato in vicinanza di aziende che utilizzavano di amianto
  • esposizione extra lavorativa: 20 casi;
  • esposizione familiare: 15 casi, poiché congiunte di persone esposte sul lavoro.

Esposizione professionale per settore produttivo e genere nei casi di mesotelioma professionale in Emilia Romagna dal 1996 al 2020

Per i casi di mesotelioma professionale (1832) registrati nella Regione Emilia-Romagna fra il 1996 ed il 2020 i comparti produttivi maggiormente coinvolti nell’insorgenza sono risultati:

  • Costruzioni edili (in maniera uniforme in tutta la regione)
  • Costruzione/riparazione di rotabili ferroviari (in gran parte nelle province di Bologna e Reggio Emilia);
  • Industria metalmeccanica, zuccherifici/altre industrie alimentari (118 dei 149 casi, residenti nelle province di Bologna, Ferrara, Ravenna, Parma, Forlì Cesena),
  • Produzione manufatti in Cemento/Amianto (98 dei 125 casi residenti in provincia di Reggio Emilia).
Usa il pulsante in alto a destra per copiare il codice di embed e utilizza liberamente il grafico sul tuo sito web! Infografica a cura di Risarcimento Malattie Professionali. Fonte dei dati: Registro Mesoteliomi Regione Emilia-Romagna c/o Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, rilevazione 1996-2020.

Elenco completo dei comparti produttivi coinvolti nell’insorgenza di mesotelioma professionale in Emilia Romagna dal 1996 al 2020

  • Costruzioni Edili: 270 casi (269 uomini, 1 donna)
  • Costruzione/Rip.ne Rotabili Ferroviari: 189 casi (186 uomini, 3 donne)
  • Industria Metalmeccanica: 163 casi (151 uomini, 12 donne)
  • Zuccherifici/Altre Industrie Alimentari: 149 casi (112 uomini, 37 donne)
  • Produzione Manufatti Cemento/Amianto: 125 casi (93 uomini, 32 donne)
  • Produzione Prod. Chimici /Mat. Plastiche: 104 casi (93 uomini, 6 donne)
  • Lavori Completamento Edifici: 81 casi (80 uomini, 1 donna)
  • Fabbricazione Vetro/Ceramica/Gomma: 76 casi (56 uomini, 20 donne)
  • Trasporti: 75 casi (72 uomini, 3 donne)
  • Fab.ne/Rip.ne Veicoli (no treni e navi): 68 casi (65 uomini, 3 donne)
  • Fabbricazione/Lav.ne Prodotti Metallici: 63 casi (60 uomini, 3 donne)
  • Industria Tessile: 50 casi (35 uomini, 15 donne)
  • Commercio: 45 casi (37 uomini, 8 donne)
  • Prod.ne Energia Elettrica, Gas, Acqua: 39 casi (39 uomini)
  • Servizi Sociali/Attività Ricreative/Sanità: 36 casi (19 uomini, 17 donne)
  • Difesa nazionale: 36 casi (35 uomini, 1 donna)
  • Agricoltura/Allevamento Animali: 35 casi (23 uomini, 12 donne)
  • Industria Metallurgica: 31 casi (27 uomini, 4 donne)
  • Altre Industrie Manifatturiere: 30 casi (27 uomini, 3 donne)
  • Altro: 167 casi (123 uomini, 44 donne)

Altri articoli d’interesse

Ti potrebbero interessare anche questi articoli relativi ad amianto, malattie asbesto correlate, sostanze nocive e tumori professionali in Emilia Romagna:

Crediti immagine: foto di Andreas Breitling da Pixabay. Modificata (ritagliata e ridimensionata). Concessa con licenza originaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.