Premi “Invio” per andare al contenuto

Riconosciuto dal Tribunale di Livorno il risarcimento per l’esposizione e la malattia da amianto di un ex dipendente Solvay

In data 18 giugno 2021 il Tribunale di Livorno ha riconosciuto un risarcimento di oltre mezzo milione di euro ai familiari di un ex dipendente della Solvay, che sarebbe stato esposto ad amianto ed altri cancerogeni e avrebbe contratto una patologia asbesto-correlata sul luogo di lavoro.

L’uomo era stato impiegato con varie mansioni nello stabilimento di Rosignano dell’azienda belga dal 1974 al 1993, anno in cui aveva maturato il diritto al pensionamento.

Nel 2010 l’ex lavoratore aveva manifestato i primi problemi di salute, causati, come sarebbe stato poi accertato, da tumore polmonare,  patologia che l’avrebbe condotto in breve tempo alla morte.

Nesso di causalità e quantificazione del risarcimento

Le risultanze dell’istruttoria e del dibattimento avrebbero dunque confermato il nesso causale fra le patologie dell’ex dipendente e la nocività dell’ambiente di lavoro.

L’uomo infatti sarebbe venuto a contatto con cancerogeni e con l’amianto quale materia prima e poiché presente nella struttura e in alcuni componenti dei macchinari dell’industria chimica.

I lavoratori inoltre non avrebbero avuto a disposizione adeguati dispositivi di sicurezza (DPI) consoni a prevenire il rischio di esposizione né sarebbero stati informati del pericolo.

Nella quantificazione del risarcimento il giudice ha tenuto conto da un lato del danno iure proprio della vedova e del figlio, dall’altro, configurandolo come trasmissibile agli eredi, del danno biologico terminale (l’invalidità temporanea) e del danno morale (la sofferenza patita).

Articoli collegati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Crediti immagine: foto di I, Etienne (Li) distribuita con licenza CC BY-SA 3.0 da Wikimedia Commons. Modificata (ritagliata e ridimensionata). Concessa in uso con licenza originaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *