Premi “Invio” per andare al contenuto

I Siti di Interesse Nazionale del Veneto: il rischio sostanze tossiche

In Veneto è presente un solo Sito di Interesse Nazionale (SIN) per le bonifiche:

  • Venezia, Porto Marghera: impianti chimici e petrolchimici, raffineria, area portuale, metallurgia ed elettrometallurgia, produzione di energia, discariche (VEN).

I Siti di Interesse Nazionale sono stati istituiti in Italia dal 1997. Con successivi Decreti Legislativi lo Stato ha definito alcuni siti industriali e ambientali a rischio a causa di una possibile contaminazione tossica provocata dalla dispersione di sostanze inquinanti e nocive.

Infografica dei Siti di Interesse Nazionale del Veneto con indicati i due principali eccessi significativi di incidenza da sostanze nocive
Siti di Interesse Nazionale della Toscana con indicati i due principali eccessi significativi di mortalità per SIN per probabile incidenza dell’esposizione a sostanze nocive rispetto alla macro-area di riferimento. Infografica a cura di Risarcimento Malattie Professionali, utilizzabile con attribuzione (licenza CC by 4.0). Fonte dei dati: INAIL. Crediti mappe: © OpenStreetMap contributors, immagini mappa courtesy Andy Allan.

Scarica l’infografica in alta definizione!

Codice HTML da copiare per l’attribuzione e i dovuti crediti dell’infografica:

<small>Infografica a cura di <a href="https://www.risarcimentomalattieprofessionali.it">Risarcimento Malattie Professionali</a>

oppure, nella versione completa:

<small>Infografica a cura di <a href="https://www.risarcimentomalattieprofessionali.it">Risarcimento Malattie Professionali</a>, utilizzabile con attribuzione (licenza <a href="https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/deed.it" target="_blank" rel="external">CC by 4.0</a>). Fonte dei dati: <a href="https://www.inail.it" target="_blank" rel="external noopener">INAIL</a>. Crediti mappe geografiche: <a href="http://www.openstreetmap.org/copyright" rel="external noopener" target="_blank">© OpenStreetMap contributors</a>, immagini mappa courtesy <a href="https://www.thunderforest.com/" target="_blank" rel="noopener external">Andy Allan</a>.</small>

Il SIN di Venezia (Porto Marghera)

Il Sito di Interesse Nazionale di Venezia Porto Marghera è annoverato fra i Siti di Interesse Nazionale per la presenza di impianti chimici e petrolchimici, raffineria, area portuale, impianti di metallurgia ed elettrometallurgia e per produzione di energia, discariche.

Eccessi di mortalità da sostanze tossiche nel SIN di Venezia Porto Marghera

Nel Sito di Interesse Nazionale di Venezia Porto Marghera sono stati rilevati eccessi statisticamente significativi di malattie tumorali e non, possibilmente collegate ad esposizione a sostanze nocive:

  • 1995-2010 (studio SENTIERI): tumori dell’apparato digerente, esofago, fegato, pancreas, mieloma, laringe, encefalo e sistema nervoso; mesotelioma pleurico, melanoma, tumore del rene e delle vie urinarie per gli uomini; tumore del colon-retto, del polmone e della mammella, malattie respiratorie croniche, tumori emolinfopoietici e leucemie nelle donne.
  • 2000-2011 (ReNaM – Registro Nazionale Mesoteliomi): mesotelioma (amianto), 163 casi di mesotelioma di cui 123 di probabile origine professionale. I settori di esposizione sono stati quelli della movimentazione merci portuale, della cantieristica navale e dei trasporti, dell’industria metalmeccanica, chimica e delle materie plastiche, dell’edilizia, del vetro e della ceramica.
  • 2010-2014 (malattie professionali): tumori maligni degli organi dell’apparato digerente, altre malattie della pleura, tumori dell’apparato respiratorio e degli organi intratoracici, tumori del tessuto mesoteliale e dei tessuti molli.

Fra i principali agenti causali delle malattie professionali riconosciute fra il 2010 ed il 2014 nel SIN di Venezia Porto Marghera ci sono le fibre di amianto (70%) con 148 casi su 203.

Risultati di studi epidemiologici condotti nel SIN di Venezia Porto Marghera

Alcuni studi hanno di coorte sono stati effettuati sul territorio interessato dal SIN di Porto Marghera. Eccessi significativi di mortalità sono stati rilevati:

  • per tumore dell’intestino fra i dipendenti di una fabbrica di fibre acriliche;
  • per tumori del fegato e dello stomaco fra una coorte di oltre 7000 pescatori di Venezia e Chioggia;
  • a causa di tumore del fegato: angiosarcoma epatico, epatocarcinoma e cirrosi epatica fra i lavoratori di una fabbrica produttrice di PVC con esposizione a cloruro di vinile monomero (CVM) nel periodo fra il 1973 ed il 1999;
  • a causa di tumore polmonare e per tutti i tumorifra gli insaccatori di PVC e per tutti i tumori e i tumori epatici fra gli addetti alle lavorazioni (in particolare all’autoclavaggio e alla produzione di granuli);
  • per tumore del polmone nell’area di Mestre;
  • per mesotelioma nell’area di Venezia e Porto Marghera, con anche un rilevante numero di casi  do mesotelioma familiare ed ambientale (cantieristica navale, attività portuali, industria chimica, produzione di energia elettrica, industria metalmeccanica e metallica, industria del vetro).

Fonti

Il presente articolo sui SIN del Veneto cita i dati della pubblicazione Le malattie professionali nei siti di interesse nazionale per le bonifiche (SIN) a cura del Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale dell’INAIL, 2019.

Altri articoli collegati

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Crediti immagine: foto di Marc Ryckaert, concessa con licenza CC BY-SA 4.0, da via Wikimedia Commons. Modificata (ritagliata). Riconcessa con la stessa licenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *