Premi “Invio” per andare al contenuto

Silice cristallina: scoperti i meccanismi di tossicità

Un recente studio pubblicato nei Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America (PNAS) ha individuato i meccanismi molecolari che rendono tossica la silice cristallina.

La silice cristallina è una delle principali cause di malattie professionali dell’apparato respiratorio.

L’esposizione a polveri di biossido di silicio infatti costituisce la causa di insorgenza della silicosi o pneumoconiosi, una forma grave di fibrosi polmonare, nonché del tumore del polmone.

La silice cristallina si trova in natura prevalentemente nel quarzo, nel calcedonio e nell’opale.

I settori professionali con rischio di esposizione a polveri di silice cristallina

Sono possibilmente esposti a polveri di silice cristallina lavoratori di alcuni comparti produttivi e professionali, fra i principali:

  • Lavorazioni in miniera, taglio e lucidatura di pietre e marmi artificiali.
  • Manifattura di ceramica e vetro.
  • Produzione di prodotti abrasivi.
  • Lavorazione di gioielli.
  • Sabbiatura dei jeans (scolorimento).
  • Industria dei refrattari e dei mattoni.
  • Fonderie e industria di leghe metalliche.
  • Produzione di telefoni, apparecchiature telegrafiche, trasmittenti, calcolatori elettronici.
  • Produzione della carta.
  • Industria della gomma.
  • Produzione di vernici e polimeri.

Ti sei ammalato e pensi di essere stato esposto a polveri di silice cristallina sul luogo di lavoro? Contattaci, potresti avere diritto ad un risarcimento. Consulenza gratuita.

La scoperta sulla tossicità delle polveri di silice cristallina nello studio pubblicato sulla rivista PNAS

La scoperta ha come autori un team di ricercatori del Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino e dell’Université catholique de Louvain (Centre for Toxicology and Applied Pharmacology).

La ricerca ha rilevato come fattori principali della tossicità delle polveri di silice dei composti detti silanoli in forma quasi libera (NFS).

Questi sono presenti sulla superficie delle particelle di quarzo al momento della frattura del materiale.

I silanoli sono in grado di interagire con la struttura della membrana cellulare causando processi infiammatori in grado poi di originare patologie gravi quali la silicosi ed il cancro del polmone.

Altri articoli correlati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli che parlano della silice cristalline e di altre malattie professionali dell’apparato respiratorio:

Crediti immagine: foto di Gundula Vogel da Pixabay. Modificata (ritagliata). Concessa con la stessa licenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *