Premi “Invio” per andare al contenuto

Processo Vittime Amianto alla Scala: il PM chiede 4 condanne

Il pubblico ministero ha chiesto condanne comprese fra i due anni e mezzo e i sette anni di reclusione per quattro ex dirigenti e responsabili della sicurezza del Teatro della Scala per l’omicidio colposo di cinque lavoratori presumibilmente esposti, secondo l’accusa, a polveri di amianto sul luogo di lavoro.

I lavoratori sono deceduti a causa del mesotelioma pleurico, la terribile neoplasia causata dall’esposizione all’asbesto.

Le argomentazioni dell’accusa sul nesso causale e le responsabilità degli imputati sull’esposizione all’amianto ed il mesotelioma dei lavoratori del Teatro della Scala

Secondo il PM dirigenti e consulenti non avrebbero bonificato il Teatro né messo in atto un adeguato piano di valutazione e censimento relativo al rischio amianto all’interno dell’edificio, come previsto anche dalla Legge 257 del 1992.

L’amianto sarebbe stato presente come isolante termico e in macchinari e impianti attraverso i quali sarebbe stato aero-disperso causando il mesotelioma nei cinque lavoratori.

Fonti e Rassegna Stampa

Per approfondimenti sulla notizia, diffusa da numerosi organi d’informazioni, si vedano fra gli altri gli articoli su tg24.sky.it e su ilgiorno.it del 27 novembre 2020.

Altri articoli collegati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Crediti immagine: foto di miami car accident lawyers da Pixabay. Modificata (ritagliata). Concessa con licenza originale. Immagine di repertorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *