Premi “Invio” per andare al contenuto

Processo “Marina Bis” sulle vittime amianto. Arriva la condanna

La III Sezione Penale della Corte d’Appello di Venezia ha parzialmente riformato la sentenza di assoluzione precedentemente emessa dal Tribunale di Padova nei confronti di alcuni ex ammiragli della Marina Militare.

Gli ammiragli erano accusati dell’omicidio colposo di alcuni lavoratori ammalatisi e poi deceduti a causa di malattie correlate all’esposizione ad amianto sulle navi militari.

Erano sei gli imputati chiamati a rispondere delle omissioni di sicurezza che sarebbero state alla base dell’insorgere delle malattie da asbesto in undici professionisti appartenenti alla Marina Militare, malattie che li avrebbero condotti alla morte. Per quattro di essi sono state comminate condanne comprese fra 1 e 2 anni di reclusione.

Gli imputati sono stati inoltre condannati al risarcimento delle parti civili e a corrispondere, in solido, l’indennizzo di cinquantamila euro ad erede.

Decisiva la perizia richiesta dalla Corte che ha consentito di stabilire il nesso causale fra l’ingente presenza delle polveri di amianto sul luogo dove i marinai svolgevano le proprie attività e le malattie insorte.

Fonti e rassegna stampa

La notizia è stata diffusa da numerose testate giornalistiche online. Per un approfondimento si leggano in particolare gli articoli della redazione di La Nazione di La Spezia del 23 giugno 2022 e di E. S. su Villaggio Globale del 22 giugno 2022.

Altri articoli collegati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Crediti immagine: foto di EKATERINA BOLOVTSOVA da Pexels. Foto di repertorio. Modificata (ritagliata e ridimensionata). Concessa in uso con licenza originaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.