Premi “Invio” per andare al contenuto

Processo per esposizioni e vittime amianto fra gli ex lavoratori dell’ATM. Rinviata la sentenza della Corte d’Appello

È stata rinviata al prossimo 21 ottobre la sentenza della Corte d’Appello nel processo contro l’ex manager dell’Azienda di Trasporti Milanese (ATM) per le presunte responsabilità nelle esposizioni e morti da amianto fra alcuni ex lavoratori.

L’imputato, poi assolto in primo grado dal Tribunale di Milano, era stato chiamato a rispondere del decesso e dei danni alla salute di alcuni lavoratori.

Sei dipendenti erano deceduti per mesotelioma pleurico fra il 2009 ed il 2015.

L’assoluzione dell’ex manager ATM per la responsabilità dell’esposizione ad amianto dei lavoratori e le patologie asbesto-correlate

In primo grado l’accusa aveva configurato per l’imputato il reato di omicidio colposo per l’omissione di tutele di sicurezza atte a prevenire l’esposizione dei lavoratori.

L’asbesto sarebbe stato presente all’interno dei tunnel della metropolitana milanese e nei depositi dei veicoli di superficie.

Tuttavia il giudice aveva ritenuto scarse le prove che attestassero l’esposizione dei lavoratori.

Di conseguenza il Tribunale aveva ritenuto impossibile stabilire un nesso causale certo e una conseguente responsabilità penale per l’imputato.

Fonti e rassegna stampa

La notizia è stata riportata da varie fonti online. In particolare, per approfondimenti, si vedano gli articoli della redazione di primapaginanews.it e di askanews.it del 10 settembre 2021.

Altri articoli correlati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Crediti immagine: foto di Arbalete, concessa con licenza CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons. Modificata (ritagliata e ridimensionata). Immagine recente, di repertorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *