Premi “Invio” per andare al contenuto

Nanotubi d’oro: una nuova frontiera nella ricerca di una cura del mesotelioma

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Cambridge e di Leeds ha pubblicato uno studio nel quale si spiega come piccolissime strutture tubolari (nanotubi) d’oro, del diametro di circa un millesimo del capello umano, introdotte nelle cellule del mesotelioma e riscaldate alla luce ad infrarossi, potrebbero essere in grado di uccidere le cellule neoplastiche.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Small in data 25 ottobre 2020.

Per il mesotelioma è possibile ottenere un maxi-risarcimento. Contattaci senza impegno al 3339035421. La CONSULENZA è GRATUITA

I risultati dello studio che utilizza nanotubi d’oro per uccidere le cellule del mesotelioma

I ricercatori dell’Università di Cambridge e di Leeds hanno messo a punto un sistema per la preparazione di nanoagenti a struttura tubolare (nanotubi) in grado di mettere in atto interazioni controllate con le cellule del mesotelioma.

Oncologi ed ingegneri hanno ottenuto pieno controllo su tali strutture riuscendo a regolarne proprietà fisiche ed ottiche.

La regolazione di queste proprietà consente di modulare l’assorbimento della luce ad infrarossi ed al contempo di facilitare il passaggio dei nanotubi all’interno del fluido intra-cellulare citosolico.

La possibilità di introdurre nanomateriali metallici all’interno delle cellule, attivabili con la luce ad infrarossi, è un battistrada per potenziali applicazioni diagnostiche e terapeutiche.

Fra queste ci sono  la terapia fototermica del cancro e il rilascio mirato di farmaci innescato dalla fototermia.

Mesotelioma pleurico: lo stato dell’arte

Il mesotelioma pleurico costituisce la maggior parte dei casi di mesotelioma provocati dall’esposizione professionale e non professionale all’amianto.

Purtroppo non esiste ad oggi una cura risolutiva nel trattamento del mesotelioma pleurico che consiste di una combinazione di terapie chirurgiche e farmacologiche.

Tuttavia le ultime linee guida internazionali propongono, insieme e prima della chemioterapia di prima linea, alcune raccomandazioni nel trattamento del mesotelioma pleurico che consentono di aumentare l’aspettativa di vita dei pazienti.

Le principali raccomandazioni:

  • L’intervento di decorticazione pleurica apporta maggiori benefici di altre procedure chirurgiche.
  • Si consiglia, ove possibile considerato lo stato generale del paziente ed eventuali altre patologie, l’utilizzo di un farmaco anti-angiogenico in combinazione con la chemioterapia.

Altri articoli collegati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli relativi al mesotelioma:

Risarcimento Malattie Professionali non è un sito web di informazioni mediche. Pertanto le informazioni riportate potrebbero essere imprecise, non accurate, non aggiornate. Per maggiori informazioni si rimanda al disclaimer medico.

Crediti immagine: foto di Konstantin Kolosov da Pixabay. Modificata (ritagliata). Concessa con licenza originale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *