Premi “Invio” per andare al contenuto

Muore a causa del mesotelioma un altro ex lavoratore delle Officine Grandi Riparazioni di Bologna

È deceduto a 77 anni, a causa di un mesotelioma, un altro ex lavoratore delle Officine Grandi Riparazioni (OGR) di Bologna, L. T.

Ne dà notizia l’Associazione Vittime dei Familiari Esposti Amianto.

Nello stabilimento di Via Casarini a Bologna L. T. aveva svolto le mansioni di lamierista fra il 1972 ed il 1978.

Le Officine Grandi Riparazioni e lo stabilimento di Bologna

Le Officine Grandi Riparazioni delle Ferrovie dello Stato, oggi Trenitalia, sono strutture adibite alla manutenzione e riparazione di locomotive e/o carrozze ferroviarie.

Lo stabilimento OGR di Bologna

Lo stabilimento OGR di Bologna, ormai dismesso, è entrato a far parte nel 2018 dei SIN Siti di Interesse Nazionale per le bonifiche in considerazione della rilevanza del rischio sanitario e ambientale derivante dalla presenza di amianto, confermata anche da evidenze epidemiologiche (Comma 245 della Legge di Stabilità 2018).

Nello stabilimento infatti, prima dell’entrata in vigore della Legge 257 del 1992 che ha messo al bando l’amianto in Italia, sono avvenute operazioni di produzione e di coibentazione/scoibentazione dall’amianto delle carrozze ferroviarie, attività che hanno costituito un rischio per i lavoratori.

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha emanato il 26 gennaio 2019 il decreto di Perimetrazione del sito di bonifica di interesse nazionale «Officina grande riparazione ETR di Bologna».

In seguito, per iniziativa di Trenitalia e Fondazione FS Italiane in collaborazione con il Parlamento regionale Emilia-Romagna, Cgil e Afeva è stato realizzato il progetto “Officine della Memoria-Museo OGR: storie di lavoro, amianto e lotte per la salute”.

L’obiettivo è stato quello di allestire un percorso didattico-museale riguardante la storia delle Officine Grandi Riparazioni-OGR di Bologna.

Il “Presidio della Memoria” è ubicato nella sede dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna in Via Aldo Moro, 50 a Bologna.

Lo studio epidemiologico sulla coorte dei lavoratori delle Officine Grandi Riparazioni di Bologna: le morti per mesotelioma e altre malattie asbesto-correlate

Uno “Studio Epidemiologico di Mortalità nella Coorte di Lavoratori Dipendenti FS assegnati all’OGR di Bologna”, pubblicato dall’AUSL di Bologna (revisione del 4 aprile 2017), ha mostrato alcune evidenze statistiche possibilmente attribuibili all’esposizione dei lavoratori ad amianto all’interno delle Officine:

  • Eccessi statisticamente significativi di incidenza per casi di mesotelioma pleurico e mesotelioma peritoneale nei reparti di produzione.
  • Circa 3000 lavoratori esposti.
  • Eccesso statisticamente significativo di casi di tumore del polmone per falegnami, lamierai, pneumaticisti, con un periodo di esposizione superiore ai 30 anni.

Altri articoli collegati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Crediti immagine: foto di Ввласенко da Wikimedia. Concessa con licenza CC BY-SA. Modificata (Ritagliata). Concessa con la stessa licenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *