Premi “Invio” per andare al contenuto

Ex lavoratori esposti ad amianto nelle ferrovie: risarcimenti alle famiglie

Sono arrivate quasi contemporaneamente, pochi giorni fa, due sentenze di primo grado, rispettivamente del Tribunale di Vicenza e del Tribunale di Palermo che hanno riconosciuto ai familiari di due dipendenti dell’ex Ferrovie dello Stato, deceduti a causa di un mesotelioma pleurico, risarcimenti in sede civile per danno non patrimoniale e da perdita parentale.

Il Tribunale di Vicenza riconosce un indennizzo di un milione di euro ai familiari dell’ex manutentore delle ferrovie deceduto a causa di un mesotelioma pleurico

Il primo caso riguarda un meccanico manutentore di 57 anni, assunto nel 1984 e operativo presso le Officine Grandi Riparazioni (OGR) di Vicenza e le Officine Manutenzione Veicoli di Padova, deceduto a causa di un mesotelioma pleurico.

L’operaio sarebbe stato esposto ad asbesto, causa della neoplasia pleurica, anche nel contesto delle operazioni di bonifica di carrozze ferroviarie coibentate in amianto.

Le attività avrebbero avuto luogo senza che l’azienda avesse predisposto adeguate misure di sicurezza e fornito i necessari dispositivi di protezione individuale (DPI).

Il Tribunale ha riconosciuto alla famiglia, la vedova e tre figli, un indennizzo pari ad un milione di euro.

Ex dipendente ferroviario deceduto a causa di un mesotelioma pleurico. Il Tribunale di Palermo riconosce il diritto della famiglia al risarcimento

Il secondo caso riguarda un ex dipendente ferroviario residente a Partinico, in provincia di Palermo, deceduto a causa di un mesotelioma pleurico nel 2008, all’età di 61 anni.

L’uomo, dipendente delle Ferrovie dello Stato dal 1975 al 1999, sarebbe stato esposto alle fibre di amianto durante gli anni di lavoro presso lo scalo ferroviario di Alcamo Diramazione.

Lo scalo sarebbe infatti stato oggetto di stoccaggio di materiale rotabile coibentato in amianto. Qui, inoltre, sarebbero avvenute operazioni di bonifica nel corso delle quali non sarebbero state osservate le corrette procedure per la messa in sicurezza dell’ambiente e dei lavoratori.

Ammonta a mezzo milione di euro il risarcimento riconosciuto dal Tribunale ai familiari.

Fonti e rassegna stampa

Le notizie sono state diffuse da alcuni portali di news e cronaca online.

Per approfondimenti sul caso del meccanico manutentore e sulla sentenza del Tribunale di Vicenza si vedano in particolare gli articoli della Redazione di padovaoggi.it del 15 giugno 2021 e di lapiazzaweb.it.

Per approfondimenti sulla sentenza del Tribunale di Palermo in merito alla morte per mesotelioma pleurico del dipendente che operò presso lo scalo ferroviario di Alcamo si consultino in particolare gli articoli della redazione di itacanotizie.it del 16 giugno 2021 e della redazione di tp24.it del 19 giugno 2021.

Altri articoli d’interesse

Ti potrebbero interessare anche questi articoli su amianto e malattie asbesto-correlate nel settore ferroviario:

Crediti immagine: foto di Peter H da Pixabay. Modificata (ritagliata e ridimensionata). Concessa in uso con licenza originaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *