Premi “Invio” per andare al contenuto

Firema bis: a marzo la prima udienza per le morti da amianto

Un difetto di notifica ha fatto slittare l’inizio del processo denominato Firema bis, presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti degli ex dirigenti dell’omonima azienda di produzione di carrozze ferroviarie con sede a Ponteselice a Caserta.

La prima udienza del processo Firema Bis era prevista per il 9 gennaio 2020.

Sono otto gli ex dirigenti chiamati a giudizio per omicidio colposo e lesioni gravissime nei confronti di numerosi dipendenti. Essi avrebbero colpevolmente esposto i lavoratori alle polveri di amianto sul luogo di lavoro.

Sarebbero infatti oltre 80 i casi di lesioni gravissime e oltre 10 le morti contestate, collegate a tali esposizioni.

La Firema è passata in mani indiane dal 2015 ed è stata rinominata Tfa.

Il primo processo Firema

Gli imputati erano già stati assolti ed i reati prescritti nel corso del primo processo Firema.

Il processo si era aperto nel 2015 a carico di 11 ex dirigenti per 19 casi di decesso e 60 di insorgenza di malattie asbesto correlate fra i lavoratori quali mesotelioma pleurico, tumore del polmone, asbestosi.

La prescrizione era scattata per sei degli imputati. Nel 2016, per i restanti quattro, era arrivata l’assoluzione poiché “il fatto non sussiste”.

Il capo d’imputazione tuttavia non era stato “omicidio colposo e lesioni” ma “rimozione e omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro”.

Le carrozze ferroviarie coibentate in amianto delle Ferrovie dello Stato e le omesse tutele di sicurezza alla Firema

Per i lavoratori addetti alla fabbricazione e manutenzione delle carrozze ferroviarie il datore di lavoro non avrebbe predisposto le adeguate misure di sicurezza.

Tali misure sarebbero state in grado di prevenire l’esposizione alle fibre di asbesto nell’ambito delle attività di scoibentazione di parte delle carrozze delle Ferrovie dello Stato contaminate da amianto.

La Firema infatti, come in quegli anni l’Isochimica di Avellino, aveva ricevuto dalle Ferrovie l’appalto per la rimozione delle componenti in asbesto, solido o a spruzzo, delle carrozze ferroviarie.

Altri articoli collegati

Altri articoli che ti potrebbero interessare relativi alle esposizioni ad amianto ed alle malattie asbesto correlate fra i ferrovieri:

Crediti immagine: foto di Daniel Kirsch da Pixabay. Modificata. Ritagliata. Riconcessa con la stessa licenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *