Premi “Invio” per andare al contenuto

Bonifiche amianto in Toscana. Oltre 10 milioni di finanziamenti per scuole ed ospedali

Oltre 50 scuole e quasi 20 edifici ospedalieri della Toscana saranno beneficiari di finanziamenti per interventi di bonifica dall’amianto.

L’amianto purtroppo è un materiale ancora presente in moltissimi edifici pubblici del territorio toscano, costruiti prima dell’entrata in vigore della Legge 257 del 1992, che lo ha bandito.

Il finanziamento, di oltre 10 milioni di euro, arriva dal Fondo di Sviluppo e Coesione del Ministero dell’Ambiente e permetterà l’attuazione degli interventi da parte della Giunta Regionale Toscana.

Finanziamenti agli ospedali della Toscana per la bonifica amianto

Gli ospedali e presidi sanitari dove saranno messi in atto gli interventi di sanificazione sono:

  • Banti di Vaglia.
  • CTO di Careggi.
  • Centro Sanitario Polifunzionale Quartiere Gobetti di Aulla.
  • Ospedale del Cuore Pasquinucci a Massa.
  • Distretto di via Saragat a Pisa.
  • Ex Poliambulatorio Colle Val D’Elsa.
  • Distretto Socio-Sanitario Montecatini Terme.
  • Presidio “Misericordia e Dolce” di Prato
  • Ospedale del Mugello.
  • Ospedale San Donato di Arezzo.
  • Palagi di Firenze.
  • San Damiano a Careggi.
  • Presidio di Portoferraio.
  • San Salvi a Firenze.
  • Edificio S. Fina San Gimignano.
  • Presidio Santa Rosa a Firenze
  • Le Scotte di Siena.
  • Presidio Ospedaliero di Volterra.

Le scuole della Toscana: finanziamenti per progetti e interventi di bonifica amianto

A favore di 54 scuole primarie e secondarie in tutte le province toscane dove sono già stati effettuati o sono in corso gli interventi di bonifica amianto sono stati resi disponibili finanziamenti per progetti esecutivi, definitivi e di fattibilità.

Finalmente azioni concrete per la sicurezza amianto sulla scuola.

I progetti finanziati e le scuole oggetto di intervento

  • Arezzo: ITIS G. Galilei, ITIS E. Fermi di Bibbiena, scuola media Buonarroti di Sansepolcro, scuola per l’infanzia Arcobaleno Primaria Paliotti di Cortona, scuola dell’infanzia Fonterossa, palestra della ITIS G. Ferraris, istituto professionale Camaiti, istituto professionale Magiotti.
  • Firenze: ITI L. Vinci, secondarie Dino Compagni, Poliziano e Puccini, asilo nido Pinocchio, palestra scolastica – IC di Scarperia e San Piero, I.C. D. Campana, Primaria e Secondaria di primo grado di Marradi, scuola secondaria Leonardo da Vinci a Figline Valdarno-Incisa, Don Milani – Fasolo, primaria via Casabianca e secondaria Bettino Ricasoli di Gaiole in Chianti, Scuola primaria Machiavelli di Montespertoli.
  • Grosseto: I.C. Don Breschi, Infanzia, primaria e secondaria diMassa Marittima, ISIS Leopoldo II di Lorena Az. Agraria scolastica loc. Macchiascandona.
  • Livorno: ITI Galilei, primaria Argentina Altobelli di Campiglia Marittima, liceo Cecioni, Scuola elementare Vannucci di Suvereto.
  • Lucca: primaria A. Moro,  infanzia E. Barsanti di Piano di Mommio (Massarosa), secondaria di I grado Pistelli di Camaiore, primaria Barsottini di Pietrasanta, scuola per l’infanzia Salgari e F.lli Grimm di Pietrasanta.
  • Pisa: scuola media Fucini, materne Pertini e Montebianco, secondaria Antonio Pacinotti di Pontedera, scuola primaria G. Pascoli di Pontedera, ITCG E. Fermi e Liceo Montale di Pontedera, palestra scolastica via Boni di Casciana Terme – Lari, scuola primaria G. Giusti di Ponsacco.
  • Pistoia: I.C. Cino-Galei, secondaria Cino da Pistoia, succursale I.S.I.S. Sismondi Pacinotti di Pescia, Scuola Pascoli / D’Angeli di Montecatini Terme, scuola Casciani di Montecatini Terme.
  • Prato: scuola primaria Nazario Sauro di Comeana a Carmignano, scuola primaria Edmondo de Amicis di Poggio a Caiano.
  • Massa: istituto Minuto, istituto Pascoli e Barsanti, liceo Fermi.
  • Siena: secondaria di San Quirico d’Orcia, secondaria San Bernardino, scuola secondaria Fabietti di Cetona, scuola primaria Rodari di Castelnuovo Berardenga.

Altri articoli collegati

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli sull’argomento bonifica amianto:

.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *