Premi “Invio” per andare al contenuto

Asbestosi di Origine Professionale in Italia nel 2019. Dati INAIL 2020

Nell’ultima rilevazione dati INAIL del 30 aprile 2020 i casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale in Italia denunciati nel corso del 2019 e accertati sono stati 282.

Prime 10 regioni italiane per casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale nel 2019. Dati INAIL 2020

Usa il pulsante in alto a destra per copiare il codice di embed e utilizza liberamente il grafico sul tuo sito web! Infografica a cura di Risarcimento Malattie Professionali. Fonte dei dati: INAIL OpenData, rilevazione del 30 aprile 2020.

Le prime dieci regioni per numero di casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale in Italia nel 2019:

  • Campania (156 casi, 55.32%).
  • Sicilia (39 casi, 13.83%).
  • Toscana (16 casi, 5.67%).
  • Liguria (15 casi, 5.32%).
  • Piemonte (9 casi, 3.19%).
  • Marche (8 casi, 2.84%).
  • Friuli-Venezia Giulia (7 casi, 2.48%).
  • Emilia Romagna (6 casi, 2.13%).
  • Lombardia (6 casi, 2.13%).
  • Puglia (6 casi, 2.13%).

Sono Campania (156 casi, 55.32%) e Sicilia (39 casi, 13.83%) le regioni con il maggior numero di casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale per il 2019. In crescita il trend per la Campania nel secondo semestre: 92 casi accertati contro i 64 del primo.

Prime 14 province italiane per casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale nel 2019. Dati INAIL 2020

Usa il pulsante in alto a destra per copiare il codice di embed e utilizza liberamente il grafico sul tuo sito web! Infografica a cura di Risarcimento Malattie Professionali. Fonte dei dati: INAIL OpenData, rilevazione del 30 aprile 2020.

Le prime quattordici province per numero di casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale in Italia nel 2019:

  • Napoli (155 casi, 54.96%).
  • Palermo (37 casi, 13.12%).
  • Genova (11 casi, 3.9%).
  • Gorizia (4 casi, 1.42%).
  • Lucca (4 casi, 1.42%).
  • Massa Carrara (4 casi, 1.42%).
  • Macerata (3 casi, 1.06%).
  • Ancona (3 casi, 1.06%).
  • Sud Sardegna (3 casi, 1.06%).
  • Venezia (3 casi, 1.06%).
  • Milano (3 casi, 1.06%).
  • Savona (3 casi, 1.06%).
  • Alessandria (3 casi, 1.06%).
  • Arezzo (3 casi, 1.06%).

I dati provinciali confermano la situazione a livello regionale. Napoli (155 casi, 54.96%) e Palermo (37 casi, 13.12%) sono infatti le due province con il maggior numero di casi. In crescita il dato del secondo semestre a Napoli (92 casi contro i 63 accertati nel primo semestre).

Asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale in Italia nel 2019. Settori. Dati INAIL 2020

Tutti relativi al settore industriale i 282 casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale in Italia nel 2019.

  • 282 casi relativi all’industria (100.0%).
  • 0 relativi all’agricoltura (0.0%).
  • 0 relativi agli enti pubblici (0.0%).

Asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale in Italia nel 2019. Demografia. Dati INAIL 2020

La demografia dei casi di asbestosi o pneumoconiosi da asbesto di origine professionale in Italia registra una quasi totale maggioranza di casi riguardanti il sesso maschile, con il 98.94%.

  • 279 uomini (98.94%), 3 donne (1.06%).

Altri articoli collegati

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Crediti immagine: foto di Goumbik da Pixabay. Modificata (ritagliata). Concessa con la stessa licenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *